News
L’intelligenza artificiale al servizio della supply chain: Zurich Italia presenta il servizio Zurich-RisksMethods
L’intelligenza artificiale al servizio della supply chain: Zurich Italia presenta il servizio Zurich-RisksMethods

Fallimenti, incendi, crisi reputazionali e fenomeni naturali.
Sono solo alcuni dei rischi che, ogni giorno, le nostre aziende si trovano ad affrontare. A complicare la gestione della c.d supply chain ci si mettono anche una crescente volatilità della domanda, l’utilizzo di processi sempre più lean (con un livello di scorte ormai ridotto al minimo) e l’introduzione di regolamenti ogni volta più stringenti. Sempre maggiore attenzione viene inoltre rivolta all’impatto sociale che la gestione di ogni filiera porta con sé. Il progresso tecnologico degli ultimi anni ha difatti profondamente cambiato il modo di operare delle aziende, introducendo nuove e complesse vulnerabilità anche nella filiera produttiva che richiedono un nuovo approccio alla gestione dei rischi.

Resilienti sì, ma non basta.
In un mondo complesso e in rapida evoluzione, la capacità di far fronte alle difficoltà in maniera positiva è un elemento fondamentale per garantire un futuro sereno e profittevole all’azienda e a tutti i suoi stakeholders. Ad una forte resilienza deve però affiancarsi una gestione strutturata, sostenibile e mirata della supply chain. Tradizionalmente, i rischi di filiera venivano gestiti attraverso l’uso di indicatori focalizzati sul passato (v. credit rating, cash flow, payment behavior e loss trend) che, appena disponibili, risultavano già obsoleti e poco predittivi.
Le attuali tecnologie innovative di data science consentono invece di processare un’enome quantità di dati, filitrare i rumori di fondo e restituire delle informazioni mirate sui potenziali rischi che potrebbero colpire la nostra filiera produttiva.

Zurich Italia e Risk Methods insieme per una gestione “intelligente” del rischio.
Capire meglio e capire prima: questo è il fulcro del servizio che in Zurich Italia abbiamo sviluppato con RiskMethods, società tedesca leader nell’innovazione tecnologica in materia di supply chain risk management. Zurich-RiskMethods, con una piattaforma tecnologica governata da algoritmi di AI, è in grado di identificare, analizzare e monitorare nel tempo lo stato di salute di una filiera di fornitura e restituire all’azienda, grazie alle funzioni di continuo autoapprendimento (machine learning), solo ciò che è davvero utile, alla funzione aziendale giusta e al momento giusto. Il monitoraggio in tempo reale è un servizio inedito sul mercato: 24/7 l’azienda può conoscere come muta il profilo di rischio dei propri fornitori e ricevere un alert immediato sul proprio smartphone in caso di aumento del rischio.

Il servizio Zurich-RiskMethods prevede tre moduli distinti, ma correlati fra loro:

1) Risk Radar
In meno di 48 ore la piattaforma può cominciare a processare dati partendo da poche informazioni di base: nome del fornitore ed indirizzo delle unità produttive. L’algoritmo di risk intelligence comincia così ad analizzare e misurare più di 80 indicatori legati a 3 cluster (rischi di nazione, ubicazione geografica, azienda), con differenti prospettive (finanziaria, economico, ambientale, sostenibilità sociale, esposizione ad eventi naturali ecc).
I dati sono estratti da fonti istituzionali (es. database MunichRe) e governative, ONG (es. Nazioni Unite, WHO), società specializzate nei rischi finanziari (es. D&B, Bureau van Dijk, Creditsafe, Ecovadis etc), oltre che dalle informazioni messe a disposizione dal web.
Dopo l’elaborazione, il sistema attribuisce ad ogni fornitore un profilo di rischio (risk score) dinamico e continuamente aggiornato.
Aumentando il dettaglio delle informazioni fornite alla piattaforma, le supply chain possono inoltre essere meglio delineate e graficamente rappresentate con un sinottico interattivo che mostra i flussi tra fornitori, nodi logistici, siti produttivi e clienti finali. Lo stato di salute della supply chain è in questo modo sempre disponibile: il sistema consente di sapere ciò che serve, subito e prima dei competitor, consentendo all’azienda di agire con un significativo vantaggio competitivo.

2) Impact Analyzer
Il secondo modulo consente di misurare l’impatto ed il peso ponderale di ogni fornitore sui processi, prodotti e, in definitiva, sui risultati dell’azienda. La combinazione grafica tra il profilo di rischio dei fornitori (risk score) ed il loro impatto ponderale (impact scores) mette in evidenza le criticità più importanti.Il monitoraggio 24/7 è integrato con Zurich Risk Advisor, uno strumento di autovalutazione con algortimi di grading, e audit tecnici in sito effettuati dai nostri esperti Zurich Risk Engineering, per avere una conoscenza più completa e ponderata dei fornitori che emergono come di maggiore criticità.

3) Action planner
L’ultimo modulo di Zurich-RiskMethods comprende la definizione dei piani di reazione.
La consolidata esperienza di Zurich in materia di business continuity consente all’azienda di avere una strategia di contingency basata sulla specificità del business per fronteggiare gli scenari di rischio con procedure, alternative e ruoli attivati automaticamente dalla piattaforma stessa.
La struttura modulare e integrata dell’offerta che abbiamo costruito consente all’azienda di avere una gestione dei rischi della supply chain innovativa e globale, con impatti positivi anche in termini di ROE:

  • risparmio legato alle risorse umane che sarebbero state necessarie per gestire 24/7 la stessa quantità di dati e ai costi di accesso ai singoli database. Da segnalare anche il risparmio legato alla potenziale riduzione dei costi assicurativi.
  • vantaggio competitivo grazie al servizio di alert che consente di attivare soluzioni correttive in tempi brevi, prima di altri e con un risparmio di costi, mitigando così, tra gli altri, anche i rischi reputazionali e di business interruption.

La nostra consolidata esperienza nel Risk Management ci ha insegnato come, in caso di emergenza, anche i minuti possano davvero fare la differenza.

Diversi gruppi internazionali hanno testimoniato quanto, in occasione di incidenti seri ai loro fornitori, sia stato importante reagire rapidamente ed in modo coordinato grazie alla tecnologia RiskMethods, riducendo l’impatto ed i costi correlati alle alternative percorribili.
Con Zurich-RiskMethods abbiamo voluto offrire alle aziende uno strumento di prevenzione potente per gestire con maggiore consapevolezza ed efficacia tutti i rischi della propria supply chain

a cura di
Lucio Silvio Casati
Head of Risk Engineering di Zurich Italia

06/07/2020 | archivio news