Tramite il sito sono installati cookie di terze parti anche profilanti. Clicca su "OK" o nella pagina per accettare detti cookie. Per maggiori informazioni o disattivazione consulta l’informativa cookie. OK

Marketing & Innovation

Gli eventi dell’area Marketing & Innovation sono rivolti ad una community di oltre 25.000 marketing & sales manager che hanno l’opportunità di aggiornarsi professionalmente e confrontarsi in expos, annual conferences e corsi di formazione. Gli eventi flagship dell’area sono 2 tra i più importanti appuntamenti di marketing a livello mondiale: SMXL Search & Social Media Marketing Expo - Milan e la Social Media Week.

TAG: Online Marketing, Customer Experience, Mobile Marketing, Search Marketing & Seo, Social Media,Sales Performance Strategies, E-Commerce, Direct Marketing.


Sales Team 06.845411
eventi realizzati
inTAIL 2018 Milano, 6 novembre 2018 MiCo - Milano Congressi, Ingresso Ala Nord: Via Gattamelata, 5 (Gate 15) -141 giorni all'evento
SMXL Milan 2018 Milano, dal 7 novembre 2018 al 8 novembre 2018 MiCo - Milano Congressi, Ingresso Ala Nord: Via Gattamelata, 5 (Gate 15) www.smxl.it -142 giorni all'evento save the date
1
eventi realizzati
GDPR - dalle Parole ai Fatti Milano, 21 giugno 2018 -3 giorni all'evento iscriviti
La gamification nella formazione Roma, 26 giugno 2018 -8 giorni all'evento iscriviti
Digital Direct Marketing Roma, 27 giugno 2018 -9 giorni all'evento iscriviti
Digital Direct Marketing Milano, 3 luglio 2018 Magnews, Via Donatello 30 -15 giorni all'evento iscriviti
1 | 2 | 3 | 4 | 5
eventi realizzati
La Forza del Brand Milano, 3 luglio 2018 -15 giorni all'evento iscriviti
Instagram for Business Milano, 10 luglio 2018 -22 giorni all'evento iscriviti
La Gestione delle Riunioni Milano, 6 settembre 2018 -80 giorni all'evento save the date
Tecniche di Persuasione e Vendita Milano, 10 settembre 2018 -84 giorni all'evento save the date
1 | 2 | 3 | 4 | 5

News & Media

Sanità Digitale: work in progress - Non solo - o oltre - il Fascicolo Sanitario Elettronico

Secondo l’OCSE l’Italia, tra i paesi più avanzati, è la nazione che spende meno nel comparto della sanità e della salute, con un progressivo calo dell’andamento della spesa che ha visto una riduzione annua dell’1,6 per cento nel periodo 2009-13. Una contraddizione se pensiamo al trend di crescita dell’invecchiamento della popolazione ed alla disponibilità di nuovi farmaci e di nuove moderne tecnologie, anche o soprattutto del digitale, che richiederebbero piuttosto una lungimirante politica di investimenti.

Secondo il rapporto Health at Glance 2015 la spesa, pubblica e privata, della sanità italiana è di circa 3.100 dollari a persona contro i più di 4000 di Francia e Germania, gli 8.700 degli Stati Uniti ed i 3.400 della media OCSE. In termini generali questi costi rappresentano in Italia l'8,8 per cento del PIL, contro l'11,6 della Germania, il 10,9 della Francia, il 16,4 degli Stati Uniti e il 9 della media OCSE.

Il Fascicolo Sanitario Elettronico
Parlando di tecnologie digitali disponibili, che impattano sull’organizzazione dei processi e sulle variabili economiche, l’elemento di base – il fattore abilitante e quantomeno la condizione necessaria ma non sufficiente – per la appropriata gestione del cittadino paziente in un contesto moderno e internazionale è la fruibilità di un adeguato Fascicolo Sanitario Elettronico [FSE].

Anche se ancora nella fase di attesa della firma e della pubblicazione del decreto di approvazione e di adozione del FSE praticamente tutte le Regioni e le Province Autonome [da ora in avanti per sintesi le “Regioni”] hanno formalizzato nel corso del 2014 le loro proposte di piani di dispiegamento per il 2015.
Purtroppo i consistenti ritardi accumulati nella pubblicazione del decreto non hanno consentito all’Agenzia per l’Italia Digitale [AgID] ed al Ministero della Salute di dare approvazione alle pianificazioni proposte dalle Regioni e quindi nemmeno di restituire i feedback ufficiali.

Questo purtroppo significa che nella migliore delle ipotesi ogni Regione ha continuato a lavorare sul FSE con i propri ritmi.

Si è così determinato un peggioramento della situazione generale poiché le Regioni più in ritardo, in assenza del decreto e quindi della approvazione dei loro piani, non hanno potuto formalmente deliberare ed avviare concretamente i loro progetti anche in ragione della loro complessità ed onerosità.
Tralasciando comunque per ora i noti – e per certi versi incomprensibili – aspetti burocratici ed amministrativi, vale la pena concentrarsi sullo stato dell’arte tecnologico. Il FSE per essere messo in produzione in una Regione deve lavorare almeno su tre livelli : i) i medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, ii) le aziende sanitarie ed ospedaliere, iii) l’interoperabilità di livello regionale, interregionale e nazionale .

Cosa occorra fare sul primo livello è cosa ben nota, tuttavia in molte Regioni il coinvolgimento del medico di famiglia sembra essere un monumental task, soprattutto se la strada scelta è quella dell’incentivo economico e la Regione si trova nella condizione di commissariamento e di rientro della spesa sanitaria. Per dare soluzione al problema da più parti è stato richiesto al Ministero della Salute di inserire nel rinnovo dei contratti nazionali dei medici di famiglia l’obbligo dell’utilizzo delle tecnologie digitali e dell’alimentazione del FSR; spetta infatti a loro compilare il patient summary – in pratica la sintesi dello stato di salute del paziente

Alcune Regioni più ricche hanno risolto il problema pagando il servizio ai medici di base, ma anche in questo caso le risorse disponibili sono sempre minori, più raramente imponendolo a livello locale. Anche quanto richiesto dal secondo livello sembra essere di facile soluzione, serve infatti solo che siano digitalizzati i referti di laboratorio di analisi. Tuttavia in alcune Regioni manca ancora la completa informatizzazione di tutte le aziende sanitarie e si torna al punto precedente, ovvero, servono investimenti che senza decreto non si riescono ad accelerare.

Per quanto attiene al terzo livello sono state svolte alcune attività, ma le criticità sono ancora tante. Le Regioni hanno definito il modello funzionale interoperabile del FSE – ottenendo la standardizzazione dello stesso in HL7 , grazie all’operato del gruppo di lavoro insediato al Centro Interregionale per i Sistemi Informatici, Geografici e Statistici [CISIS] che ha coinvolto 18 Regioni e Province Autonome, HL7 Italia, Invitalia e il Consiglio Nazionale delle Ricerche [CNR] – e sperimentato, inoltre, l’interoperabilità fra alcuni FSE esistenti (Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto).

Mancano tuttavia i servizi trasversali di supporto nazionali – tra tutti una anagrafe nazionale sanitaria o degli assistiti – per dare soluzione al problema dell’accesso certo alla Regione di corretta appartenenza conoscendo solo nome e cognome e poche altre informazioni del paziente. Per ora l’unica anagrafe nazionale è quella delle tessere sanitarie, alimentata dall’anagrafe tributaria gestita da SOGEI e dall’Agenzia Entrate, ma questa è fisiologicamente inadeguata perché progettata per assolvere a funzioni amministrative e contabili, più che sanitarie e cliniche.

La soluzione risiede nella realizzazione della Anagrafe Nazionale degli Assistiti [ANA], ma questa può essere sviluppata solo a partire dall’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente [ANPR], quindi se ne parla almeno fra due anni. Inoltre a livello nazionale servono altri elementi cruciali tra cui, il più importante, il sistema condiviso di codifiche, sia cliniche (esami di laboratorio, prestazioni, ecc.) che amministrative, ad esempio i ruoli degli operatori sanitari per l’accesso ai servizi di FSE.

Serve inoltre disporre di un profilo standard validato dal Garante della Privacy per la gestione degli accessi e dei livelli di sicurezza da garantire. Insomma, siamo ancora distanti dalla meta e servirà del tempo per avere a disposizione un sistema che funzioni davvero. Serve urgentemente almeno un piano pluriennale dei servizi e dei dati da integrare nel FSE, ad oggi siamo solo concentrati sui referti e sul patient summary.

Alcune Regioni, al fine di sbloccare la situazione, hanno richiesto per ora inutilmente la disponibilità di un cofinanziamento per un progetto interregionale che permetta il riuso di soluzioni in essere e la co-progettazione e il co-sviluppo delle componenti che mancano.

Possibili scenari evolutivi

Come accennavo prima il FSE è un fattore abilitante ma comunque una condizione necessaria ma non sufficiente in uno scenario dove la medicina ospedaliera lascia spazio a quella territoriale e dove il benessere e la qualità della vita sono il frutto della prevenzione e della predizione delle patologie, dello stile di vita e della adeguatezza di sempre più mirati percorsi di cura. Gli investimenti successivi devono focalizzarsi sulle componenti hardware e software dell’internet delle cose e sugli algoritmi di nuova generazione per la gestione dei big data.

... continua
Quali strumenti e soluzioni adottare per sviluppare gli Open Data e gli Open Services atti a creare una PA " digitale e aperta"?

Il rinnovamento tecnologico della Pubblica Amministrazione passa, inevitabilmente, attraverso il rinnovamento infrastrutturale dell’ambiente IT. Questo passaggio però porta subito ad una riflessione molto importante, ovvero quale sia la strategia più opportuna da adottare: orientarsi verso la scelta dei singoli componenti provvedendo alla loro integrazione, spesso tutt’altro che semplice, oppure scegliere soluzioni “ready to run”, pre-integrate e pre-testate.

Nel primo caso, ovvero quello caratterizzato da un approccio definibile come “fai-da-te”, è necessario un maggior investimento di risorse economiche e di persone qualificate da dedicare al progetto, con tempi di deploy notevolmente lunghi a causa dei maggiori tempi di progettazione e implementazione. Infine il rischio di fallimento è tutto a carico del dipartimento IT, con conseguente perdita di credibilità, cosa di cui l’amministrazione pubblica non ha certo bisogno.

Laddove questa non sia quindi una strategia percorribile, soprattutto in un mondo come quello Pubblico spesso alla continua ricerca di risorse e in ritardo sugli obiettivi, diventa imprescindibile la scelta di optare per soluzioni chiavi in mano che possono velocemente passare dall’ambiente di test a quello di produzione, garantendo la perfetta interoperabilità tra tutte le diverse componenti hardware e software, anche complesse.

Soluzioni di questo genere permettono soprattutto di indirizzare progetti e ambienti dedicati alla VDI (Virtual Desktop Infrastructure), alla virtualizzazione dei server e modelli di Private Cloud. Si può dunque passare da progetti di virtualizzazione all’erogazione di risorse di calcolo e storage in ottica cloud, in modalità on-premise ma non solo, basandosi sulla medesima architettura.

Questo approccio architetturale è definito come Software Defined: ciò significa estendere i concetti della virtualizzazione a tutte le risorse e i servizi del Data Center. Si tratta di un'infrastruttura ideale per offrire servizi applicativi dinamici, in quanto accelera e semplifica notevolmente il provisioning e la gestione delle risorse virtualizzate di elaborazione, rete e storage.

In questo contesto utilizzare soluzioni software defined, pre-integrate e pre-testate permette dunque, indipendentemente dal contesto IT di riferimento, di portare i progetti IT velocemente in produzione, ridurne i tempi di realizzazione e i rischi di implementazione, permettendo al contempo di orientarsi verso successivi sviluppi. Questi benefici sono da correlarsi all’utilizzo di soluzioni open in grado quindi di adattarsi all’ambiente preesistente senza rendere necessario il rinnovo o la modifica di asset tecnologici sui quali sono stati fatti dei precedenti investimenti.

Fujitsu ha sintetizzato questa scelta strategica nella realizzazione di una famiglia di appliance ready-to-run a tutto tondo basate su hypervisor VMware: FUJITSU Integrated System PRIMEFLEX, ingegnerizzate specificatamente in base all’ambiente VMware di riferimento( es. vSAN, vCloud) ed equipaggiate con processore Intel Xeon. Queste soluzioni sono composte da tutti gli elementi hardware, software e servizi che sono necessari per costituire una piattaforma di virtualizzazione.

In questo modo tutte le amministrazioni possono beneficiare di un’integrazione basata su tecnologia collaudata, un’infrastruttura agile e veloce come le necessità del cittadino, ambienti pronti all’uso in tempi brevi dal design semplificato con un prevedibile sizing & scaling. Molteplici sono gli ambiti di utilizzo di queste soluzioni, dalle infrastrutture cloud per uso interno o per clienti alla realizzazione di ambienti di test e sviluppo, dall’implementazione rapida di Data Center IaaS ad ambienti di disaster recovery.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito bcs.it.fujitsu.com

... continua
BusinessInternational.DataContext.View_VideoBusinessUnit
Retail Plaza by TUTTOFOOD

UPDATE ME

Per Maggiori informazioni Compila il form per essere ricontatta via email

Consenso dell’interessato al trattamento dei suoi dati personali

In relazione all’informativa privacy qui riportata per la iscrizione alla newsletter tematica l’interessato dichiara di acconsentire al trattamento dei suoi dati personali da parte di Fiera Milano Media Spa – Business International per finalità di:


a) invio di materiale pubblicitario, vendita diretta, compimento di ricerche di mercato o comunicazioni commerciali tramite sistemi automatizzati di chiamata, fax, e-mail, sms, mms, sulle manifestazioni fieristiche di suo interesse e sui servizi e prodotti del medesimo Titolare, di altre società del Gruppo Fiera Milano e di terzi (organizzatori, espositori, operatori economici coinvolti nelle manifestazioni fieristiche a cui partecipa il medesimo Espositore od operanti anche in altri settori):


Sì, acconsento *
No, non acconsento

b) comunicazione e/o cessione dei dati personali o delle informazioni ad altre società del Gruppo Fiera Milano (indicate nell’informativa) ed altri soggetti (organizzatori, espositori, operatori economici coinvolti nelle manifestazioni fieristiche od operanti anche in altri settori evidenziati nell’informativa) per loro autonomi trattamenti a fini di invio di materiale pubblicitario, vendita diretta, compimento di ricerche di mercato o comunicazioni commerciali di loro prodotti e servizi attraverso le modalità automatizzate sopra indicate:

Sì, acconsento
No, non acconsento

Accettare l'informativa sulla privacy

Informativa sul trattamento dei dati personali - Art. 13 del Regolamento (UE) 679/2016

Nel rispetto della normativa sulla privacy (Regolamento (UE) 679/2016 – Regolamento Generale Protezione Dati Personali, in seguito “RGPD”), desideriamo informare l’interessato che l’indirizzo e-mail e gli altri dati personali (nome, cognome, società) forniti con la compilazione del presente form, contrassegnati come obbligatori, sono necessari per l’iscrizione alla newsletter tematica di Fiera Milano Media Spa – Business International ed in loro mancanza non potrà essere completata la procedura di iscrizione a tale newsletter. L’indirizzo e-mail e gli altri dati personali così acquisiti sono trattati da Fiera Milano Media Spa – Business International (Titolare del trattamento) con procedure informatizzate e modalità idonee ad assicurare la corretta gestione del servizio richiesto e dei connessi adempimenti normativi. I dati sono conservati presso Fiera Milano Media Spa – Business International per i tempi previsti dalla normativa vigente di riferimento e sono protetti con adeguate misure di sicurezza, nel rispetto degli standard richiesti in materia di riservatezza dei dati e segretezza delle comunicazioni. Il trattamento dei dati è affidato a dipendenti e collaboratori appositamente autorizzati da Fiera Milano Media Spa – Business International nell’ambito delle funzioni e degli uffici preposti. I dati potranno essere, inoltre, comunicati ad altre società del Gruppo Fiera Milano ovvero terze che, in qualità di responsabili, supportano il Titolare del trattamento nella fornitura dei servizi sopra indicati (l’elenco aggiornato di tali soggetti è richiedibile per e-mail all’indirizzo info@businessinternational.it L’indirizzo e-mail fornito per l’iscrizione alla newsletter potrà essere utilizzato dal Titolare per l’invio oltre che della medesima newsletter anche di comunicazioni relative a manifestazioni e servizi analoghi. L’interessato può opporsi, in ogni momento (subito o anche successivamente), all’invio di tali comunicazioni, inoltrando dalla Sua casella di posta elettronica un messaggio di opposizione alla casella privacy@businessinternational.it Previo consenso dell’interessato (da rilasciare tramite le apposite caselle da selezionare), l’indirizzo e-mail e gli altri dati personali od informazioni ove riferite a società, enti od associazioni possono essere inoltre trattati dal Titolare per finalità di: a) invio anche tramite sistemi automatizzati di chiamata, fax, e-mail, sms, mms, di materiale pubblicitario, vendita diretta, compimento di ricerche di mercato o comunicazioni commerciali sulle manifestazioni fieristiche di suo interesse e sui servizi e prodotti del medesimo Titolare, di altre società del Gruppo Fiera Milano e di terzi (organizzatori, espositori, operatori coinvolti nelle manifestazioni fieristiche od operanti anche in altri settori); b) comunicazione dei dati personali o delle informazioni ad altre società del Gruppo Fiera Milano, Fiera Milano Nolostand, Fiera Milano Congressi, Fiera Milano Media ed altri soggetti (organizzatori, espositori, operatori economici coinvolti nelle manifestazioni fieristiche od operanti anche in altri ambiti settoriali (Commercio, Consulenza, Manufatturiero, Infrastrutture, Marketing e Servizi di Pubblicità, Tecnologie delle Informazioni, delle Comunicazioni, Utilities, Multinazionali, etc.) per loro autonomi trattamenti a fini di invio di materiale pubblicitario, vendita diretta, compimento di ricerche di mercato o comunicazioni commerciali di loro prodotti e servizi attraverso le modalità automatizzate sopra indicate. Per le ulteriori finalità appena indicate, il rilascio dei dati è comunque facoltativo e non ha conseguenze sulla iscrizione alla newsletter tematica, ed i dati saranno comunque gestiti mediante procedure informatizzate a livello di Gruppo (con elaborazione dei dati secondo criteri relativi, ad esempio, ad attività imprenditoriale, lavorativa, professionale o di altro tipo, aree geografiche, tipologia manifestazioni/servizi fruiti, ecc.) e potranno essere conosciuti, all’interno delle strutture delle società del Gruppo Fiera Milano, da personale a ciò autorizzato e da società di fiducia che, quali responsabili del trattamento, svolgono per nostro conto alcune operazioni tecniche ed organizzative strettamente necessarie per lo svolgimento delle suddette attività (quali, ad es., società specializzate per attività di informazione e promozione commerciale, per ricerche di mercato e per indagini sulla qualità dei servizi e sulla soddisfazione: v. l’elenco aggiornato disponibile presso la ns. Società). In ogni momento l’interessato potrà accedere ai propri dati personali ed eventualmente chiederne la rettifica o integrazione se inesatti od incompleti, la cancellazione dei dati, la limitazione del trattamento o la portabilità dei dati ove ne ricorrano i presupposti, ovvero opporsi al loro uso per fini di marketing diretto, nonché revocare il consenso ove rilasciato (v. artt. 15-22 del RGPD), rivolgendosi Fiera Milano Media Spa – Business International con sede operativa in Via Rubicone 11 - 00198 Roma – privacy@businessinternational.it L’interessato può altresì presentare reclamo al Garante privacy, ove ritenga che siano stati violati i Suoi diritti in relazione al trattamento dei dati personali che lo riguardano.

CALL ME BACK

Inserisci i tuoi dati se vuoi essere contattato telefonicamente
Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 – Regolamento Generale Protezione Dati (RGPD)
Accettare l'informativa sulla privacy

INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI DEGLI UTENTI


Nel rispetto del Regolamento (UE) 679/2016 – Regolamento Generale Protezione Dati (RGPD), i dati personali forniti dall’Utente saranno trattati, in qualità di titolare, da Fiera Milano Media S.p.A. (“Fiera Milano”), con sede legale in P.le Carlo Magno, 1, c.a.p. 20149 Milano. In particolare, il conferimento dei dati richiesti all’Utente è necessario al fine di permettere la registrazione on line e fruizione dei servizi di Fiera Milano Media (newsletter, iscrizioni corsi, accesso documentazione etc.)
Il rilascio dei dati è necessario per l’attivazione ed erogazione dei servizi richiesti che, in assenza dei dati, non potrebbero essere fruiti dall’Utente.
Il trattamento dei dati avverrà con l’ausilio di strumenti automatizzati e l’impiego di idonee misure di sicurezza e i dati degli Utenti saranno convervati ex legge privacy.
privacy policy

I dati comunicati dall’Utente potranno essere trattati dal personale autorizzato che si occupa del sito e dei connessi servizi, e comunicati ove necessario, a: soggetti cui la facoltà di accedere ai dati sia riconosciuta da disposizioni di legge o da ordini delle autorità; società appartenenti al medesimo gruppo societario di cui fa parte Fiera Milano Media S.p.A. e soggetti esterni che svolgano funzioni connesse e strumentali all’operatività del servizio, come, a puro titolo esemplificativo, la gestione del sistema informatico, l’assistenza e consulenza in materia contabile, amministrativa, legale, tributaria e finanziaria.
Fiera Milano Media S.p.A. potrà inoltre, se autorizzata, comunicare i dati ad aziende che ne facciano richiesta per scopi pubblicitari e di marketing.
Un elenco dettagliato dei predetti soggetti è disponibile presso Fiera Milano Media S.p.A. I soggetti destinatari dei dati che li trattano per conto di Fiera Milano sono designati quali responsabili del trattamento con apposito contratto. I dati non sono comunque oggetto di trasferimenti verso paesi terzi al di fuori della UE. I dati dell’Utente potranno essere inoltre trattati da Fiera Milano Media, previo suo consenso, per le seguenti, ulteriori finalità:
  • a) invio di newsletter ed altre comunicazioni per posta, telefono, sistemi automatizzati di chiamata, fax, e-mail, sms, mms, su servizi e prodotti di Fiera Milano Media, delle società del Gruppo Fiera Milano e di società terze;
  • b) comunicazione dei dati alle società del Gruppo Fiera Milano, nonché ad altre società, quali (Commercio, Consulenza, Manufatturiero, Infrastrutture, Marketing e Servizi di Pubblicità, Tecnologie delle Informazioni, delle Comunicazioni, Utilities, Multinazional, etc) per loro autonomi trattamenti, quali titolari, per le finalità e con le modalità di cui alla precedente lett. a).
Per le finalità sopra descritte, il conferimento dei dati è comunque facoltativo e non ha conseguenze sulla registrazione e fruizione dei servizi da parte dell’Utente, che ha comunque il diritto a revocare il/i consenso/i dallo stesso precedentemente rilasciato/i (senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca). In base agli artt. 15-22 del RGPD, l’Utente ha il diritto di chiedere a Fiera Milano Media S.p.A., ai recapiti sopra indicati info@businessinternational.it di accedere ai propri dati personali e di rettificarli se inesatti, di cancellarli o limitarne il trattamento se ne ricorrono i presupposti, di ottenere la portabilità dei dati forniti solo se oggetto di un trattamento automatizzato basato sul consenso o sul contratto, nonché di opporsi per motivi legati alla propria situazione particolare e comunque per marketing diretto. L’Utente ha inoltre il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali ove ritenga che siano stati violati i Suoi diritti in relazione al trattamento dei dati che lo riguardano.