Tramite il sito sono installati cookie di terze parti anche profilanti. Clicca su "OK" o nella pagina per accettare detti cookie. Per maggiori informazioni o disattivazione consulta l’informativa cookie. OK

I BIT TALKS TORNANO A BIT 2024: PER PARLARE DI SOSTENIBILITA', INNOVAZIONE E DIGITALIZZAZIONE

di Matteo Castelnuovo | 22/01/2024

Nonostante il clima di incertezza geopolitica internazionale, la voglia di viaggiare rimane viva, in Italia e nel mondo. Come riportato dall'Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO), lo scorso 30 novembre, il turismo mondiale ha fatto progressi significativi, con un  recupero del 90% sul 2019. L'Europa ha fatto ancora meglio accogliendo 550 milioni di turisti internazionali nei primi nove mesi del 2023, rappresentando il 56% del totale globale e superando abbondantemente il 2019. La domanda intraregionale e la forte richiesta proveniente dagli Stati Uniti, sta contribuendo a muovere un’industria ricca su più livelli, che in particolare in Italia, per il suo apporto culturale e per l’indotto economico che produce – ha un valore di 255 miliardi di euro, ovvero 13% del PIL.

Dati, questi, che dimostrano ancora una volta quanto il settore del turismo per l'economia del nostro Paese sia fondamentale. Motivo per cui, anche quest'anno, i BIT Talks, targati Business International, la knowledge unit di Fiera Milano, tornano a BIT Milano - insostituibile piattaforma di relazioni e di business per gli operatori del settore e osservatorio sui trend in programma all’Allianz MiCo di Milano, da domenica 4 a martedì 6 febbraio -, per accendere come ogni anno i riflettori su questo comparto di valore, attraverso un ricco palinsesto di convegni, per toccare con mano il presente ed il futuro della travel industry globale, con offerte sempre più sostenibili, consapevoli, personalizzate e tecnologiche.

 

BRINGING INNOVATION INTO TRAVEL: TREND E SOLUZIONI PER UN MERCATO CHE EVOLVE

Nonostante il suo posizionamento strategico come piattaforma per l'incontro di top player e buyer del settore e la creazione di valore. BIT infatti non è solo un marketplace per il matching fra domanda e offerta, ma uno spazio di incontro e dialogo orientato ad anticipare dati e tendenze, fornire strumenti strategici e pratici di crescita professionale. Grazie all’esclusivo format di eventi Bringing Innovation Into Travel, tutte le anime della filiera - associazioni, editori specializzati e imprese - potranno confrontarsi sui grandi trend del settore, secondo tre macro-temi principali: Nuovi Trend, Innovazione, Sostenibilità - intesa come tutela dell’ambiente e della persona.

Tra gli eventi da non mancare, domenica 4 febbraio, dopo l’inaugurazione, un appuntamento dedicato al tema caldo della formazione, “Le competenze in ambito turistico, una nuova visione”, con l'obiettivo di tracciare alcune linee guida volte ad armonizzare le strategie di formazione in ambito turistico, così da offrire servizi di qualità attraverso una conoscenza unificata per i futuri manager del turismo. “Wanderlust, il futuro del turismo è oggi: qui i top CEO internazionali del settore si riuniranno per un dibattito sugli scenari e le tendenze del turismo da qui ai prossimi anni. Attraverso un’analisi interattiva e integrata, si parlerà di transportation, hospitality, nuove strategie e tecnologie, per viaggi sempre più sostenibili, consapevoli e personalizzati, ma anche accessibili e transgenerazionali.

Di assoluta attualità l’appuntamento “Aviation tra picchi di domanda, pricing e offerta sotto stress. Come fare quadrare il cerchio”, per capire come intelligenza artificiale e software generativi possano aiutare a mutare un argomento particolarmente sentito come quello del prezzo.

Sempre sul tema vettori “Futuro del trasporto aereo e crocieristico nella vision di conduttori e associazioni”

Tematiche che agganciano anche la particolare attenzione che Bit vuole dedicare all’impatto ambientale, umano ed economico dei viaggi, uniti ad una rinnovata sensibilità verso le esigenze individuali e che saranno al centro di “Tour operator: oltre i ricavi entra in gioco il valore sociale delle aziende”, o in “Overtourism, il ritorno: le strategie per evitare gli affollamenti”

Transizione digitale e intelligenza artificiale, due sfide decisive per il settore, sono argomenti che trasversalmente entrano in tuti i talk, come quelli dedicati al MICE“ Voli, treni e hotel: i viaggi delle Pmi nel 2024” e “Viaggi d'affari mai più senza bleisure”. I nuovi software generativi applicati ai motori di prenotazione viaggi nel talk saranno al centro de “Il ruolo dell'intelligenza artificiale nei viaggi: dall'ispirazione alla prenotazione”; “Mice e AI, matchmaking tra intelligenze per un nuovo modo di comunicare gli eventi”; “Hotel: automazione, Ai e consulenza umana” e “Il ruolo di ChatGpt e dei software generativi nel travel”, per un approfondimento sugli impatti che hanno queste nuove tecnologie sul lavoro degli operatori, con un interessante approfondimento sul tema della privacy.

Non mancheranno poi le cosiddette cassette degli attrezzi: una serie di talk e approfondimenti dedicati in particolare all’agente di viaggio al fine di aggiornarsi, con un linguaggio semplice ma pragmatico alle nuove “Competenze, tool e strumenti strategici per il travel manager”, o a “Porta il tuo Resort o Villaggio ad un livello di high performance, aumenta la redditività e l'efficienza con il modello Villaggio Sold Out”.

Di nuovo al centro la sostenibilità in “La nuova mission delle crociere passa dalla tutela ambientale” o in “Natura e turismo, la cultura dell'ambiente per una vacanza di benessere”,

Temi di grande attualità e interesse per l'intero mercato, questi, che vedranno anche l'inserimento di un nuovo aspetto nel paradigma generale del turismo italiano: l'attenzione crescente all'accessibilità. Un aspetto su cui ancora c'è bisogno di lavorare a livello globale, ma su cui l'Italia, anche grazie agli investimenti del PNRR sta già lavorando, proponendo casi studio di successo, come quello che riguarda la casa editrice Lineadacqua che, in collaborazione con Aniridia Italiana APS e l'esperta di accessibilità, Viviana Merola, sta realizzando un set di audioguide digitali e completamente accessibili, finanziate attraverso i fondi erogati dal NextGen EU e dedicate a una serie di siti storico culturali venerziani.