Tramite il sito sono installati cookie di terze parti anche profilanti. Clicca su "OK" o nella pagina per accettare detti cookie. Per maggiori informazioni consulta l’Informativa Cookie. OK
Il risanamento ambientale dei siti contaminati

AT A GLANCE

Data: 02/12/15
Location: Spazio Copernico
Indirizzo: Via Copernico 38
Città: 20125 Milano (MI)
Contatto:
Cecilia Behmann
tel: 06.84.54.12.68
Sponsorship Opportunities:
Sales Team
tel: 06.845411
acquista gli atti
    • Rischi e opportunità dopo il d.l. "Sblocca Italia". Nuovi procedimenti semplificati e gestione tecnico-operativa delle attività

      In risposta all’esigenza degli operatori di semplificazione degli adempimenti richiesti ai fini del risanamento ambientale, il legislatore, negli ultimi due anni, ha iniziato un percorso di riforme che ha portato a numerose e significative novità (tra le altre, sulle tecnologie di bonifica, sul trattamento delle acque emunte, sulla gestione dei materiali di riporto – v. D.l. “del Fare”, n. 69/2013) in cui si inseriscono da ultimo le previsioni del decreto “Sblocca Italia” (che ha introdotto una procedura semplificata per la bonifica dei suoli, nonché agevolazioni per gli interventi di manutenzione degli impianti e l’attività edilizia in corso di bonifica).

      I cambiamenti non riguardano soltanto l’aspetto della normazione ma anche l’interpretazione giuridica degli obblighi derivanti dal sistema di responsabilità ambientale previsto per gli operatori. L'mpatto della pronuncia della Corte di Giustizia della UE sulla posizione del proprietario “incolpevole” potrà rappresentare un canone interpretativo per la definizione dell’ambito di applicazione delle nuove fattispecie di reati ambientali (introdotte con la L. 22/05/2015, n. 68).

      Obiettivi del seminario

      • stato della normativa vigente, con specifico focus sulle più recenti semplificazioni delle procedure per il risanamento di siti contaminati (es: d.m. 31/2015 relativo ai punti vendita di carburante)
      • adempimenti richiesti al responsabile per l’inquinamento, al proprietario “incolpevole” e al curatore fallimentare
      • aspetti tecnici e amministrativi nel trasferimento di siti contaminati: le garanzie civilistiche rispetto alle passività ambientali
      • soluzioni alle principali problematiche emerse nell’esperienza applicativa

SPEAKERS INCLUDE

  • Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
  • Studio Legale Stefano Grassi e Associati di Firenze